Home



Primo piano




Vivi il porto

Il progetto







Il progetto Adottiamo una nave si ispira a due precedenti internazionali:
  • Adopt a ship, promosso sin dalla fine degli anni 30 del ‘900 negli USA dal Propeller Club e dal Dipartimento dei Trasporti marittimi statunitense ;
  • Follow the fleet promosso da qualche anno dall’Irish Maritime Development Office.
Il modello USA è molto semplice e tradizionale e consiste nel mettere in corrispondenza epistolare una classe con il comandante di una nave che si impegna a rispondere alle domande che periodicamente gli studenti gli inviano sui temi della navigazione mercantile, guidati dall’insegnante a cui spetta integrare l’esperienza e le nuove conoscenze nel curriculum di studenti di età equivalente a quella dei nostri ragazzi delle scuole medie inferiori. Il sito internet fornisce le informazioni per accedere al programma e degli spunti didattici per gli insegnanti.


Il modello irlandese, più moderno, si avvale di un bel sito internet dedicato a illustrare, oltre al progetto, i contenuti accessibili attraverso l’esperienza di seguire una piccola flotta di navi da carico e di servizio in navigazione nel mare di Irlanda, grazie ad un applicativo commerciale di gestione delle flotte adattato allo scopo (“Purple finder”). Il sito propone una guida per gli insegnanti e una serie di contenuti informativi e formativi molto organizzata e dettagliata sì da renderlo un sussidio didattico autosufficiente, disponibile per chiunque fatto salvo che è in inglese e che è strettamente localizzato sulla realtà storico-marittima irlandese.

Il nostro progetto intende trarre il meglio da queste due esperienze per giungere a un modello didattico originale, primo e unico in Italia, localizzato sul porto di Genova in quanto nodo di un reticolo di linee di navigazione commerciale e scalo di una molteplicità di navi, tra cui scegliere – in collaborazione con le agenzie marittime, le compagnie di navigazione, i terminal di approdo e tutti gli altri servizi pubblici e privati del porto - alcune navi da proporre alle scuole e con esse costruire un progetto didattico “vivo” che coniughi gli obiettivi di socializzazione e apprendimento degli studenti con quelli di diffusione dei valori sociali e culturali dell’economia marittima e di orientamento professionale dei giovani.

Il progetto "Adottiamo una nave" propone un intervento educativo per rendere le innumerevoli navi che scalano periodicamente il porto di Genova degli strumenti di apprendimento a favore delle classi del biennio superiore.

Le navi, secondo il progetto, da vettori di merci e passeggeri si trasformano in vettori di conoscenze interdisciplinari (le tecnologie di costruzione e di esercizio, le funzioni trasportistiche, i bilanci economici e finanziari, le professioni a bordo e a terra, la geografia delle rotte e dei porti, le traversie della navigazione, i carichi di merce, le catene logistiche, le operazioni portuali ecc.) e di esperienze culturali e umane (l’incontro con gli equipaggi internazionali delle navi, la presa di coscienza delle questioni sociali della globalizzazione).
Lo scopo è arricchire la consapevolezza dei giovani studenti e renderli i protagonisti di un’esperienza unica di approccio ai problemi, di comprensione critica e soprattutto di assunzione di responsabilità rispetto alla nuova dimensione internazionale della convivenza civile. Il fine ultimo è fare primeggiare Genova non solo nei traffici delle merci, ma anche nella promozione della conoscenza e nel riconoscimento dei diritti e nella solidarietà. Per farne, insieme al porto delle merci, il porto della conoscenza e il porto dell'accoglienza.

Al fine di dotarlo di un specifico dispositivo organizzativo, il progetto prevede che si eserciti una funzione di “brokeraggio educativo” sul calco della “mediazione marittima”, ossia che “intermedi” tra la nave (armatore e/o i suoi agenti) e la scuola, per permettere a una classe di “noleggiare” per un viaggio o per un certo periodo di tempo le conoscenze relative a quella nave e il suo trasporto, con un duplice fine:
1) la realizzazione di un’esperienza educativa e di “cittadinanza attiva” dalla parte della scuola;
2) la realizzazione di una esperienza di “responsabilità sociale di impresa” dalla parte della “nave” in particolare degli agenti marittimi.

Il progetto è finalizzato a:
  • promuovere cultura e identità marittima tra i giovani genovesi;
  • rafforzare i contenuti, i metodi e le motivazioni degli apprendimenti curriculari scolastici;
  • promuovere cultura e esperienza di cittadinanza attiva rispetto ai temi della globalizzazione tra i giovani genovesi e di responsabilità sociale tra le imprese;
  • stringere i rapporti tra scuola e impresa in un quadro di reciproche convenienze e sensibilità;
  • promuovere gli orientamenti professionali giovanili per le carriere rivolte al mare e alla logistica portuale;
  • promuovere la cultura economica e la cultura tecnica in un quadro di sostenibilità ambientale e sociale.
________________________________________

In sintesi:
Da parte di una classe viene “adottata” una nave da carico, in particolare portacontenitori in servizio di linea intercontinentale con scalo periodico nel porto di Genova, nel periodo di tempo che intercorre tra due scali (circa 2 mesi).
Per esempio: la nave MSC Shangai scalerà Genova con partenza il 17 gennaio 2012, con successivi scali a: Fos (Marsiglia), Barcelona, Valencia, Las Palmas (Canarie), Suape (Brasile), Santos (Brasile), Buenos Aires, Rio Grande (Brasile), Navigantes (Brasile), Säo Francisco (Brasile), Santos (Brasile), Itaguaì (Brasile), Suape (Brasile), Las Palmas (Canarie), Algesiras (Spagna), Valencia, Gioia Tauro, Livorno e arrivo a Genova il 13 marzo 2012, dopo 56 giorni di viaggio.


L' “adozione” della nave da parte della classe consiste:
  • nell’osservazione remota del viaggio della nave da parte degli studenti, tramite informazioni fornite da Agenzia marittima, siti internet (www.marinetraffic.com), stampa specializzata (Avvisatore marittimo), e nella registrazione su un apposito “Giornale di bordo” delle relative informazioni essenziali e di altri eventuali informazioni e elaborazioni prodotte dalla classe;
  • nella loro conoscenza della nave, della sua funzione logistica e della sua spedizione in corso (sotto i molteplici punti di vista che essa offre all’interesse delle varie discipline curriculari della classe), e attraverso la nave nella conoscenza di elementi di trasporto marittimo, logistica in generale e globalizzazione, tramite informazioni fornite da Agenzia marittima, Università, siti internet;
  • nel loro incontro diretto con la nave e il suo equipaggio (comandante e/o membri dell’equipaggio e/o agente marittimo) dalla banchina del terminal di arrivo al suo scalo a Genova, tramite la collaborazione dell'Agenzia marittima e del Terminal portuale di scalo.
Il Progetto offre alle classi sperimentali:
  • l’assistenza informativa (alla partenza e durante il viaggio) e logistica (per quanto riguarda l’incontro finale) da parte dell’Agenzia marittima e del terminal portuale,
  • l’assistenza cognitiva (per quanto riguarda i contenuti specifici relativi allo shipping, alla logistica e al globalizzazione) e formativa degli insegnanti da parte dell’Università,
  • l’assistenza cognitiva e formativa degli insegnanti da parte dell’Associazione Stella maris per quanto riguarda il lavoro marittimo internazionale e la rete del volontariato di assistenza morale e materiale ai marittimi in transito,
  • l’assistenza tecnica e organizzativa (per quanto riguarda eventualmente i collegamenti internet, la fornitura di materiali di supporto, le visite propedeutiche al porto, il viaggio al terminal di arrivo) da parte del Genoa Port Center.


Il progetto, quando era in fase di gestazione, ha avuto un "numero sero" grazie all'iniziativa "Aula in porto e porto in aula" della Scuola media Don Milani che in collaborazione con il Genoa Port Center ha "adottato" nell'anno scolastico 2010-11 una nave, la MSC Nuria proveniente dal Sud America e arrivata al Voltri Terminal Europa, e ne ha documentato l'esperienza educativa in alcune pagine su un sito internet.
 
Logo You Tube Logo Flikr Logo Facebook

Entra nel Port Center


  
Gallerie fotografiche


Visita speciale ai Rimorchiatori
Visita speciale ai Rimorchiatori
Visita speciale ai Rimorchiatori
Visita speciale ai Rimorchiatori

Visita speciale alla Capitaneria di Porto
Gli alunni della scuola Daneo
La webcam
Una portacointainer

Movie on the docks
Una bettolina in avvicinamento
Una nave della linea Messina
Un rimorchiatore

Chiudi finestra